Pubblicati di recente

Sto meglio da solo. Forse

Vogliono stare da soli, ma soffrono a stare da soli. Intervista a Marco Crepaldi, fondatore e Presidente dell'associazione Hikikomori Italia, per capire meglio questo fenomeno che interessa soprattutto gli adolescenti.

Iran, il popolo non si ferma

Continuano, nonostante la grave repressione militare messa in atto dal Governo, le proteste nate in seguito all'assurda morte di Mahsa Amini, arrestata per non aver indossato correttamente il velo e poi morta in circostanze "misteriose" in carcere. Questa volta, però, gli iraniani sono decisi ad andare fino in fondo.

Torna MediOrizzonti, con uno sguardo femminile all'Oriente

Torna MediOrizzonti, con uno sguardo femminile

Veronetta129 torna con MediOrizzonti, una rassegna di cinema mediorientale che vuole raccontare il Medio Oriente con i suoi contrasti fra oppressioni e lotta altruistica. Gli eventi ricoprono tutto il mese: il 6, 10, 17 e 24 ottobre.

Laura Conti, la Greta Thunberg italiana

Continuiamo a raccontare le donne della scienza di ieri e di oggi che spesso hanno poco o per nulla spazio nei programmi scolastici. E lo facciamo con colei che ha fondato Legambiente e aveva a cuore la salute dei lavoratori e lavoratrici.

L’autunno del nostro cimento

Sciopero per il Clima: a Verona il corteo dei Fridays sfila nel simbolico primo giorno della stagione autunnale. Una manifestazione colorata dai tanti cartelloni preparati dai giovani, che ne raccolgono speranze, delusioni e grida che chiedono di essere ascoltate.

Crisi energetica e stress economico nei condomìni veronesi

Con la crisi energetica i costi condominiali e delle famiglie rischiano di andare fuori controllo. Il teleriscaldamento fornito da Agsm Aim è il sistema più costoso. L'Ecobonus 110% è di difficile applicazione. L'installazione di pannelli fotovoltaici è ancora un desiderio. Ne parliamo con il presidente degli amministratori di condominio Michele Ischia.

Mamme a colori contro il razzismo inconsapevole

Intervista a Natascia Fanecco, socia attiva del movimento "Mamme per la Pelle", un'associazione nata per proporre iniziative a sostegno di chi subisce atti di razzismo. «Quando mia figlia frequentava le elementari, dei genitori mi chiesero di cambiarle scuola, perché la presenza di una bambina nera toglieva il prestigio dell'istituto».