Virtus, keep calm e carry on

Sul terreno della Giana Erminio si è aperto un poker di gare di fuoco per la Virtus Verona. La formazione di Gigi Fresco mercoledì torna in scena a Seregno prima di ricevere al Gavagnin il Fiorenzuola e chiudere il mese di ottobre, tra due settimane, a Lecco. Tre scontri delicati e tre ragioni da considerare nell'ottica di risalire la classifica.

Virtus, prosegue l’astinenza da vittorie

Buona prova per la squadra di Borgo Venezia al cospetto dell'ottima Pro Vercelli, ma alla fine ne esce il quarto pareggio consecutivo, che rinvia ancora una volta l'appuntamento con la vittoria in questo campionato.

Un ingegnere in difesa

La percentuale dei calciatori professionisti italiani laureati è in aumento. Carlo Faedo ha ventidue anni, gioca nella Virtus Verona e ha appena conseguito la laurea in ingegneria ritagliandosi le ore di studio tra partite ed allenamenti.

L’Arma in più

Rachid Arma a dieci anni ha lasciato il Marocco per raggiungere il padre nel frattempo emigrato in Italia. La sua è una storia speciale che, a 36 anni suonati, continua ad alimentare nel segno e sogno di una carriera di calciatore dotato di un innato fiuto del gol.

Tris d’assi

In vista del derby con il Legnago, la Virtus vince contro l'Imolese con un tris di reti delle proprie punte. Un significato simbolico a suggello del settimo successo stagionale

Fortissimamente Virtus

Dopo Modena, la Virtus Verona ha piazzato la stoccata anche a Cesena. Un uno-due in fatto di vittorie che consente un balzo avanti in classifica e di mettere in carniere due scalpi di prim’ordine.

Virtus, beffa finale

Il 2021 della Virtus si apre con un pareggio in casa con la Fermana. Un punto che fa classifica al termine di una gara in cui la vittoria sfuma nel finale.