Bloomsday, oggi James Joyce è protagonista di festival ed eventi

Immancabile la rassegna nella sua città natale, Dublino, per celebrare quel 16 giugno 1904 descritto nell'Ulisse. Tra gli eventi in programma anche la celebre passeggiata in abiti edoardiani, durante la quale si recitano dei passi relativi ai luoghi narrati della città. Ma anche l'Italia ricorda lo scrittore irlandese, a partire da Trieste. L'auspicio è che pure Verona in futuro vi prenda parte, come già fanno altre località.

Il segreto de “La coppia felice” si chiama fragilità

L'atteso ritorno in libreria dell'irlandese Naoise Dolan offre un ritratto dissacrante dei rapporti affettivi contemporanei. Incertezza, speranze, illusioni, aspettative sociali sono ritratte con ironia tagliente dall'autrice diventata caso editoriale con "Tempi eccitanti".

«Maria Callas? Non aveva paura degli uomini»

Il nuovo romanzo di Daisy Goodwin, "Diva", è stato presentato pochi giorni fa a Verona. L'omaggio alla divina, che debuttò proprio nella città scaligera, non è soltanto una biografia, ma la ricostruzione di una donna che la scrittrice definisce «irresistibile, umana, moderna, geniale».

L'”Abito da sera” di Mishima racconta l’élite giapponese

L'alta società nipponica e le sue regole sociali è al centro dell'ultima traduzione italiana, edita da Feltrinelli, del grande romanziere, candidato al Nobel per la letteratura nel 1968. Figura controversa e magnetica, l'autore tratteggia con ironia la vulnerabilità di una classe sociale che punta tutto sull'apparenza.

Le miniature fantastiche di Guadalupe Nettel

Affermata rappresentante della letteratura in lingua ispanica, dopo un passaggio al Festivaletteratura di Mantova è giunta a Verona per presentare il suo ultimo libro. La raccolta di racconti si basa sul bisogno di uscire dalle rotte prestabilite anche rischiando di perdersi. E la natura si offre come rispecchiamento.